Installa questo tema
deepinmyboness:

Cristodiocane.

deepinmyboness:

Cristodiocane.

Dovevo tornare per capire che avevo fatto bene ad andarmene.

Grey’s Anatomy.  (via buiomulticolore)

Brividi nel sapere che tu devi aver pensato questo, prima di andare via di nuovo.

E un’altra notte da superare è iniziata.

Non morire senza aver provato la meraviglia di scopare con amore.
Gabriel García Márquez (via genesisofsupernova)

"Sì, ci sono state altre. Ma non volevano dire niente."

Ho appena visto “Maleficent”, e penso sia davvero un bel film, piacevole.
Mi è scattato qualcosa quando ho sentito la frase “avevo delle ali, ma mi sono state rubate”, accompagnata da quell’espressione sofferente, davvero sembrava soffrisse sul serio, della Jolie. E sono crollata. È maledettamente vero, che quando qualcuno ha le sue ali è felice, arriva a pensare che sia per sempre, vive inconsciamente sotto un “velo di Maya”. Forse neanche se ne accorge di averle, lo dà per scontato. E le ali possono in realtà essere qualsiasi cosa: un oggetto a noi caro, una persona, un sogno che si avvera, la salute, la famiglia, l’amore. Il tragico avviene quando queste ali ci vengono tolte, così, da un giorno all’altro, e senza la nostra volontà. Quando un giorno ci alziamo, e ci accorgiamo che abbiamo bisogno proprio di quella cosa per vivere.
E poi? Poi succede che raccogliamo le nostre “quattro ossa”, che ci si adatta, che si va avanti come si può, che si sopravvive. Ma dentro di te nasce qualcosa, sempre più grande, parte dal nulla e diventa un mostro: la pazzia, accompagnata dalla rabbia e dalla cattiveria. Nessuno nasce cattivo, nessuno nasce folle.

Eppure io pensavo di avere tanto amore da dare. Pensavo di poter rendere felice una persona.